Mappe

In questa sezione pubblichiamo schede cartografiche e infografiche per dare una rappresentazione sintetica e immediata a problematiche, temi, chiavi di lettura e proposte su Roma e per Roma discusse altrove su questo sito. 

La rete dei paesaggi e delle aree naturali costituisce un patrimonio territoriale di straordinaria ricchezza e complessità, come testimonia la presenza di tutti i sistemi paesaggistici che connotano la forma del territorio italiano, così come elencati dalla legge, ad eccezione dei ghiacciai: montagne, vulcani, boschi, fiumi, laghi, territori costieri, parchi e riserve, zone archeologiche, aree ad usi civici e persino qualche zona umida relitta. Oltre centocinquanta siti, per una superficie complessiva di circa 250.000 ettari, sono dichiarati di notevole interesse pubblico per i loro caratteri peculiari e cinquantadue aree, per circa 100.000 ettari, sono incluse in parchi e riserve naturali per il loro eccezionale valore ambientale. Una parte significativa di questo patrimonio è di proprietà pubblica: parchi e giardini, ville storiche e siti archeologici, tenute agricole e aree gestite dalle università agrarie, attrezzature per lo sport e il tempo libero, per una superficie di oltre 60.000 ettari. Sotto il profilo storico-ambientale e sociale, la “campagna romana” non conosce omologazione né periferia, nonostante le diffuse compromissioni prodotte dalla dispersione insediativa. 

Da Baioni M, Caudo G (a cura di), Roma 100×100. Da campagna a metropoli senza passare per la città. Quodlibet, 2021 (in corso di pubblicazione).

Contattaci

3 + 12 =

Iscriviti alla Newsletter